NITROGLICERINA maneggiare con cura

Laboratorio di teatro per ragazzi della Scuola Secondaria di Secondo Grado
 

La proposta di laboratorio nasce in seguito ad una lunga esperienza d’insegnamento con i ragazzi adolescenti all’interno della Scuola di  Teatro che la nostra Associazione gestisce  c/o Il Teatro Piana di Cesano Boscone.

Il titolo del progetto vuole evocare l’idea con la quale è concepito il format d’intervento che vogliamo sottoporre alla vostra attenzione.

Si tratta di un percorso di ricerca che, a partire dall’elaborazione individuale di un’immagine attraverso la quale i ragazzi sono invitati a rappresentarsi, si articola in diverse fasi di lavoro:

 

  • descrizione accurata della propria immagine (non basta la sola definizione, l’immagine deve compiere un’azione, avere una storia)

  • come si muove, che gesti compie

  • cosa racconta

  • come si relaziona con gli altri

  • elaborazione e scrittura di un testo o performance

  • messa in scena comune (ogni partecipante è a sostegno dell’immagine del compagno)

 

Il risultato di tale percorso è unico ed irripetibile e soprattutto estemporaneo; non si può prevedere. Esso nasce durante gli incontri e stando in  relazione con i partecipanti. Ognuno mette la sua originale pennellata al quadro, contribuendo alla realizzazione di un’opera che, per le risonanze poetiche che possiede, diventa un’opera autobiografica.

 

Per maggiore chiarezza desideriamo farvi partecipi di alcune immagini emerse dai ragazzi frequentanti i nostri corsi:

 

Sofia 14 anni:  sono un foglio bianco, ancora tutto da scrivere

 

Andrea 16 anni: sono un cassetto chiuso a chiave di una credenza posta in un angolo della stanza che nessuno apre.

 

Francesca 17 anni: sono una matassa aggrovigliata di cui sto ancora cercando il bandolo.

 

Samuele 17 anni: sono una montagna difficile da scalare, in attesa di qualcuno che abbia il coraggio di affrontarmi.

 

Gabriele: sono un terremoto di cui non si riescono mai a prevedere le conseguenze.
 

Il laboratorio si realizza all’interno di un gruppo classe, in orario scolastico, con le seguenti modalità:

11 incontri di 1 ora e mezza con cadenza settimanale, + 1 incontro il giorno della rappresentazione

Il percorso prevede :

- 1 incontro  di progettazione con le insegnanti

- 11 incontri con i ragazzi di 1 ora e mezza ciascuno

- 1 incontro il giorno della rappresentazione (prova generale e spettacolo)

- supporto audio/luci e allestimento scenografico


 

 Il corso sarà condotta da NADIA PEDRAZZINI

 

Attrice, danzatrice, insegnante e regista. Studia mimo ed espressione corporea con Isaac Alvarez, teatro comico-clownesco con Pierre Byland e Lando Francini, training fisico-teatrale con Maria Consagra e Saskia Hegt, (dip. teatro sperimentale New York University).
Lavora in teatro dal 1984 con diverse compagnie collaborando all'allestimento di molteplici opere teatrali.
Dal 1989 studia Contact Improvisation con Monica Francia, Daniel Lepkoff, Jess Curtis, Dieter Heitkamp, Howard Sonenklar, Urs Stauffer e la Danceability con Alito Alessi. 
Insegna teatro e Contact Improvisation nelle scuole e laboratori teatrali, nei corsi di aggiornamento per insegnanti e nei corsi per attori e danzatori. 
Attualmente è impegnata come regista e attrice negli spettacoli del Teatro D'Oltre Confine e come performer e insegnante con l'Associazione Il Cortile di Rho (Mi) e lo Spazio Teatro Rem di Bollate. Progetta inoltre eventi spettacolari per società multimediali e convention.
E’ diplomata al terzo corso professionale presso l’Accademia Italiana Shiatsu-Do.