LO SGUARDO DEGLI ALTRI 

Laboratorio di base per ragazzi della scuola secondaria di primo grado.
 
Il tema proposto vuole prendere in considerazione il problema, sempre più sentito, dell’integrazione nel nostro mondo di nuovi mondi, di differenti culture, credo religiosi, usi e costumi e in esso tentare di sviluppare un atteggiamento di reciproca curiosità e conoscenza.
 
La diversità quindi, non solo come generatrice di paure e cause di violenze ma anche come potenziale ricchezza e generatrice di nuove sintesi poetiche ed espressive.
 
Fasi di lavoro

 

  • La scoperta del proprio corpo

  • Le possibilità espressive del corpo in movimento

  • L’altro ha un corpo diverso dal mio

  • La mia voce e la voce dell’altro

  • Il contatto

  • Il movimento e l’improvvisazione che nasce dal contatto

  • La coralità vocale

  • L’assolo recitativo

  • Creazione di brevi canovacci su input dati dai conduttori

  • Ricerca e produzione di materiali informativi e poetici che formeranno un eventuale spunto per la realizzazione di una performance


Durata: 15 incontri di 2 ore ciascuno